You are here:Home / it / Istituto di Biochimica delle Proteine

Istituto di Biochimica delle Proteine

Le principali attività di ricerca dell’Istituto di Biochimica delle Proteine riguardano il rapporto struttura-funzione di proteine, la biochimica, la biologia cellulare del traffico di membrana, la trasduzione del segnale, la proliferazione e divisione cellulare, l’immunologia, la crescita di batteri. Particolare attenzione è data alle sinergie tra questi campi scientifici e allo sviluppo di applicazioni biotecnologiche e farmacologiche in questi ambiti di ricerca di base. L’ IBP ha uno dei più moderni e attrezzati centri italiani di bio-imaging, spettrometria di massa, servizi di analisi mediante FACS e mediante chemio-bioinformatica. Dal punto di vista logistico, l’IBP sorge in Via Pietro Castellino, una vasta area di ricerca che comprende sei Istituti CNR con aree di competenze sinergiche tra loro: IGB (genetica, biologia molecolare e biofisica) IMM (micro fluidica, fotonica) ICAR (ICT, analisi di immagine e bioinformatica), IAC (piattaforme matematiche, statistiche e computazionali), IBBR and IBAF (piante, agroalimentare e scienze ambientali); e da diversi laboratori di ricerca industriali. Inoltre, l’IBP è in stretta collaborazione con la comunità scientifica di Napoli composta da 19 Istituti CNR e da 5 Università con un totale di circa 80000 studenti.


Servizio Italiano di Euro-BioImaging (EuBI)

EuBI è un'infrastruttura europea di ricerca distribuita su larga scala (http://www.eurobioimaging.eu/). Tale infrastruttura è orientata a fornire accesso, servizio e formazione a scienziati biomedici europei in due settori: imaging cellulare/ biologico e imaging in vivo/ biomedico. Il servizio inizierà ufficialmente nel 2017 dopo l’approvazione da parte dell'UE e dei paesi membri. È governata dal Comitato EuBI composto dai rappresentanti di 14 paesi membri e dall’ EMBL. EuBI comprende oltre 30 strutture nazionali tutte coordinate da una sede centrale tripartita situata in Finlandia, Italia e EMBL.

 La sua sede centrale e le sue singole strutture sono state formalmente approvate da gruppi internazionali nominati dal Consiglio e dagli Stati membri dell'EuBI. L'infrastruttura di Napoli è il centro di coordinamento di cinque strutture (situate a Genova, Padova, Milano e Firenze) che costituiscono il nodo della rete multi-nodale cellulare/ biologico dell’EuBI Italiano. Questo nodo è gestito dagli Istituti IBP, IMM e ICAR ed è coordinato dall'IBP. Tale infrastruttura inoltre è in stretta collaborazione con la rete accademica e industriale regionale (Campania Euro‐BioImaging) dedicata allo sviluppo di nuove tecnologie di bio-imaging per la ricerca, l'assistenza sanitaria e le applicazioni industriali.